Blog

Essere grati

“Aspettando il Natale” questa sera condividerà in poche parole l’essere grati! Tornando a casa dal lavoro trovo sul tavolo i miei crostini preferiti – stracchino e salsiccia, un pezzettino di fagotto – frittata e cotto e il mio amato passato serale di verdure -zucca e cipolla rossa fatto in casa.

Ginevra e Luca avevano già mangiato, ma mi stavano aspettando per condividere la nostra giornata e avevano pensato a tutto per il mio rientro; nel trovare la cena già pronta e una stella natalizia sul tavolo, che desideravo tanto ma che non avevo ancora acquistato, ho pensato di dire semplicemente “grazie”: quotidianamente diamo per scontati alcuni gesti, alcune attenzioni, ma non è detto che lo siano.

Dovremmo ogni giorno ricordarci di ringraziare chi si prende cura di noi, chi lava, chi stira, chi cucina, chi lavora, chi pulisce, chi sorride, chi ci ascolta, chi ci ama… “Grazie” credo che sia la parola più bella da donare ai nostri cari e a tutte le persone che ogni giorno ci aiutano nella vita privata e non… diciamolo e questa parola riempirà il cuore di chi la riceve.

Se vi è piaciuto l’articolo lasciate come sempre un commento e condividetelo con più persone possibili, aiutiamoci sperando che questo viaggio verso il Natale sia un percorso da fare insieme all’insegna della condivisione:

Possiamo fare la differenza, camminiamo insieme!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.