essere eco-sostenibili

Durante la pandemia Covid-19 io e Luca, trascorrendo molto più tempo in casa, ci siamo resi conto definitivamente di quanta spazzatura produciamo. Siamo sempre stati attenti e scrupolosi nella raccolta differenziata, nell’insegnare a Ginevra come fare e nell’inquinare il meno possibile con le nostre azioni. Mai come in questo periodo siamo rimasti esterrefatti dalla quantità industriale di plastica, vetro e cartone prodotta dal nostro condominio.

Cosa fare allora per l’ambiente? Come abbiamo cercato di migliorare fin da subito questa moltitudine di rifiuti?

Se le immagini della spazzatura galleggiante nel mare e negli oceani ti disgustano, se vuoi cambiare le tue abitudini ma non sai da dove iniziare per essere meno nocivo alla Terra, ci sono delle semplicissime azioni e attenzioni che ognuno di noi può attuare fin da subito per migliorare.

“Quello che facciamo è soltanto una goccia nell’oceano. Ma se non ci fosse quella goccia all’oceano mancherebbe”  Madre Teresa di Calcutta

Ti suggerisco piccoli consigli ecofriendly, scegline 5 e seguili: raccontami come è andata nei commenti e se ci stai riuscendo.

Non è mai troppo tardi per cambiare la nostra routine: rispettare la Natura sarà d’esempio per la nostra società. Ti racconterò nel blog quali sono le mie scelte eco-friendly familiari e ti inviterò a partecipare alle mie giornate Plastic Free.
PICCOLI CONSIGLI ECO-FRIENDLY per iniziare:

  1. Ama e rispetta la Natura incondizionatamente
  2. Durante l’emergenza Covid-19 prediligi dispositivi di protezione no monouso: la mascherina, bene quotidiano da dover portare sempre con noi, deve essere sicura, riutilizzabile e eco-friendly. Evita la monouso, almeno smaltiscila nella raccolta indifferenziata con i guanti e non gettarli mai a terra
  3. acquistare frutta e verdure sfuse: spendere pochi centesimi per le bustine biodegradabili non ti renderà meno ricco, ma più eco-friendly…se riuscissi a comprare italiano e a Km zero sarebbe il top
  4. prova gli affettati freschi, non credere che il prezzo sia più alto, guadagnerai più gusto e freschezza
  5. combatti lo spreco alimentare: compra meno, non buttare mai il cibo e guarda sempre tra le occasioni d’acquisto dei prodotti in scadenza. Conosci l’app “Too good to go”? io me ne sono innamorata https://www.lavinparis.com/too-good-to-go/
  6. abituati alle borse della spesa riutilizzabili o biodegradabili, lasciane sempre un paio in macchina; se non ti piacessero quelle di stoffa acquista le biodegradabili e riutilizzane due per il compost
  7. prendi l’acqua nei distributori automatici ricaricando le bottiglie di vetro: bere 2 litri di acqua al giorno implica 365 bottiglie di plastica annuali che diventano 25 mila nell’arco di una vita fino ai 70 anni: è disumano!
  8. smetti definitivamente di acquistare piatti, bicchieri e posate monouso, almeno scegli quelli biodegradabili creati con fibre vegetali come il bamboo oppure di mais
  9. prova gli spazzolini ecologici/biodegradabili come quelli in bambù; lavarsi i denti è una necessità giornaliera e quelli tradizionali impiegano 500 anni per decomporsi  
  10. smetti di acquistare il cotton fioc, è necessario il suo utilizzo giornaliero che inquina terribilmente le nostre spiagge e i nostri mari? se non puoi farne a meno, gettali nell’indifferenziata e non nel wc
  11. i dischetti struccanti lavabili possono sostituire quelli in cotone idrofilo: sono pratici, comodi ed economici, un’alternativa sostenibile che si lava in lavatrice
  12. donne e mamme, conoscete i pannolini lavabili per l’infanzia, quelli femminili lavabili e la coppetta mestruale? Se vi spaventa l’idea è normale, nel blog condividerò la mia scelta personale, quella con Ginevra e cercherò di esporvi tutte le possibilità; intanto provate assorbenti e pannolini ecosostenibili e biodegradabili
  13. dona o getta correttamente i tuoi vestiti vecchi: portali presso le associazioni di Volontariato, inseriscili negli appositi cassonetti degli indumenti usati o portarli nei negozi come H&M che li recuperano per crearne dei nuovi: nel blog troverai tutte le info
  14. preferisci saponi ecologici e/o ecosostenibili: il marchio a cui sei affezionato fa bene all’ambiente e alla tua pelle? cerca di capire cosa utilizzi e prova ad informarti: cambia il sapone dei piatti fino ad arrivare alla tua igiene personale! Se l’idea non ti sfiorasse, acquista almeno le maxi ricariche eco-friendly
  15. rivaluta i deodoranti no gas: se credi che il deodorante naturale ti faccia puzzare, sbagli; se resti fermo nella tua scelta, prova almeno la formulazione roll-on
  16. utilizza tovaglioli di stoffa: il monouso della carta per qualsiasi necessità e con la frase in testa del “è più igienico”, ci ha fatto dimenticare la quantità di rifiuti prodotti giornalmente: prendi un tovagliolo di stoffa per i tuoi pasti, lavalo dopo cena con sapone di marsiglia e acqua bollente, sarà una piccola conquista
  17. spegni gli interruttori, l’energia elettrica che utilizzi è veramente quella di cui necessiti? Stacca sempre il carica batterie e sfrutta la luce naturale degli ambienti: il conto delle tue bollette sarà migliore
  18. smetti di fumare per la salute e per l’ambiente; riduci almeno il numero e getta i mozziconi nei contenitori adatti, mai per terra
  19. pulisci il pianeta per sentirti bene, una volta a settimana o una volta al mese scegli un qualsiasi luogo, parco – giardino pubblico – spiaggia – quartiere – parcheggio e puliscilo insieme alla tua famiglia e con i tuoi amici: essere consapevoli di quanta plastica sia dispersa nell’ambiente, sarà stimolante per utilizzarne sempre meno.
  20. cammina o vai in bicicletta, quando puoi cerca di modificare o limitare gli spostamenti con la macchina: sarà benefico per l’ambiente e per il tuo benessere psicofisico.

Prova e vedrai che ti stupirai della tua nuova normalità eco-friendly: possiamo fare la differenza, camminiamo insieme!

Un commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.