Blog,  Infanzia

Nati per leggere… lo conosci?

Questa mattina mentre ero al lavoro, guardando fuori dalla finestra e vedendo scendere la fitta poggia, ho pensato che sarebbe stata la giornata perfetta per leggere qualche pagina di un buon libro e bere una delle mie tisane.

Per la rubrica “Aspettando il Natale” ho pensato di parlarvi dell’importanza della lettura nella vita quotidiana sia per gli adulti che per i bambini: nelle nostre vite frenetiche in cui siamo abituati tra casa, lavoro, studio, figli, palestra, musica, corsi di lingua ecc… credo che si sia persa la sana abitudine di leggere.

L’amore per la lettura penso che non nasca dal nulla, sinceramente credo che venga trasmessa grazie all’educazione familiare e/o scolastica; ogni lettore o lettrice che ho incontrato nel mio percorso di vita ha avuto un esempio genitoriale molto forte o un professore che empaticamente ha infuso l’amore per la lettura.

Il mio primo fondamentale esempio è stato il mio “Gigi”, il mio papà è lettore e amante incallito di qualsiasi genere (romanzi letterari e storici, biografie e autobiografie, gialli, thriller, teatro, poesia, prosa, fantasy… di tutto e di più) che nel corso degli anni ha mostrato a me e a tutta la mia famiglia come si possa trascorrere del tempo gustandosi le pagine scritte da altri: ogni libro racconta una storia o un fatto storico che può farci sognare, immedesimare, vivere emozioni e sentimenti cosi forti da provarli veramente in prima persona.

Il secondo esempio è mia madre, sognatrice e amante della vita, persona di una generosità travolgente che ad ogni Natale ci ha fatto sognare: ricordo che ogni Natale trascorso con i miei genitori fino all’età adulta è stato magico. Quando la mattina di Natale con le mie sorelle e mio fratello aprivamo la porta della sala, trovavamo uno spettacolo incredibile davanti ai nostri occhi: sparsi per tutta la stanza, tantissimi pacchetti colorati, di mille forme e dimensioni si presentavano davanti a noi… il momento dell’apertura era una festa: giochi, strumenti musicali, vestiti, cd e libri (tanti libri, fumetti e libricini di qualsiasi genere accompagnati sempre da un biglietto scritto a mano). La regola in una famiglia numerosa come la nostra era non ricevere regali a parte per il compleanno e avere un Natale incantato in cui ricevere tutto quello possibilmente desideravamo, consapevoli di quello che avremmo potuto chiedere e sperare nelle possibilità familiari.

La prima grande lezione di vita è stata proprio questa: la lettura come gesto d’amore.

Leggere le fiabe fin dall’infanzia era un gesto da condividere con i miei genitori o con le mie sorelle; fin quando non ho imparato autonomamente qualcuno lo ha fatto per me e con la lettura mi ha invogliato a leggere sempre di più. Ogni bambino fa esperienza dalle occasioni di sviluppo che vengono a lui proposte; leggere è una competenza imprescindibile che dobbiamo regalare ai nostri figli. Quindi come non parlarvi di Nati per leggere?

Nati per Leggere è un programma nazionale di promozione della lettura rivolto alle famiglie con bambini in età prescolare, promosso dall’Associazione Culturale Pediatri, dall’Associazione Italiana Biblioteche e dal CSB Centro per la Salute del Bambino Onlus. Dal 1999, Nati per Leggere ha l’obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita, perché leggere con una certa continuità ai bambini ha una positiva influenza sul loro sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo e relazionale, con effetti significativi per tutta la vita adulta.”

Se aveste voglia di conoscere questo progetto meraviglioso (che già conoscevo e che poi il pediatra di Ginevra mi ha invitato a seguire e a condividere) vi lascio i link utili in fondo in biografia.

Ginevra in questi 4 anni di vita è stata riempita d’amore, di attenzioni, di esperienze, di giochi ma soprattutto di libri: libri di tutti i generi e tipologie come libri morbidi di stoffa, libricini da utilizzare nella vasca, libri tattili sensoriali, pop-up, fiabe, libri cartonati con puzzle o con stickers per lo sviluppo della coordinazione mano-occhio; per noi la lettura è diventato un momento d’incontro giornaliero in cui ritrovarci e in cui poter trascorrere del tempo in esclusiva. Non nascondo che l’impegno richiesto non è indifferente, non sempre la voglia è presente perché la stanchezza a fine giornata è provante, ma quando lei si avvicina e mi dice “mamma mi leggi Gianni?”… capisco che il suo desiderio colma la mia difficoltà personale e le dico di sì.

Da poco abbiamo acquistato una collezione di libri per infanzia di Gianni Rodari che lei ama moltissimo e vi consiglio assolutamente, se i vostri figli sono educati alla lettura e alla concentrazione, e la potete trovare qui all’interno della lista libri 0-4 anni:

www.amazon.it/shop/lavi.in.paris

Noi abbiamo due momenti distinti in cui leggiamo, solitamente è Ginevra che lo richiede a me o Luca indifferentemente; la lettura avviene nella sua cameretta sul tappeto vicino alla libreria montessoriana https://www.lavinparis.com/montessori-at-home-1-libreria-montessoriana/ oppure in bagno (al bagno? Sì, perché Ginevra soffrendo di stitichezza ha risolto il suo problema con training giornaliero di 10-15 minuti accompagnato da lettura… in fondo prima della tecnologia, non andavamo in bagno anche noi accompagnati da libri, riviste, cruciverba per rilassarci e leggere?).

Leggere ai nostri figli non richiede nessuna dote particolare, siamo tutti in grado, basta porgere attenzione ed empatia; la lettura condivisa con il genitore aiuta a rafforzare i legami e a ritrovarsi a fine giornata: leggere una fiaba o una storia invoglierà anche noi a riprendere in mano un libro lasciato nella libreria con la promessa di leggerlo prima o poi.

10 buoni motivi per leggere ai bambini:

  • sviluppa creatività e immaginazione
  • sviluppa memoria
  • migliora linguaggio e comunicazione
  • sviluppo della concentrazione
  • comprensione di sè e del mondo
  • sviluppo emotivo e relazionale
  • rilassa e concilia un momento personale di benessere
  • il profitto scolastico è migliore
  • leggere è contagioso
  • leggere è un gesto d’amore

Per Natale spero di avervi invogliato ad acquistare almeno un libro tra i pacchetti che vostro figlio riceverà, se vi è piaciuto l’articolo lasciatemi un commento e condividete l’articolo; conoscevate il progetto Nati per leggere? Vorreste un articolo con i libri da acquistare?

Spero che questo viaggio verso il Natale sia un percorso da fare insieme all’insegna della condivisione:

Possiamo fare la differenza, camminiamo insieme!

Nati per leggere: http://www.natiperleggere.it/

I libri consigliati per fasce d’età: http://www.natiperleggere.it/libri-consigliati-npl.html

Cofanetto regalo Npl: http://www.natiperleggere.it/cofanetto-npl.html

Un commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.