Blog

Smaltire oli esausti: Progetto OLLY

Venerdì sera, cena con amici, hamburger e frittura fatta in casa, serata assicurata.

Durante l’anno sono pochissime le volte in cui decido di friggere, quando lo faccio friggo di tutto e smaltisco l’olio esausto nei punti raccolta Olly®. Mi sono sempre chiesta se le persone conoscano questo bellissimo progetto e allora perché non condividerlo?

Dove smaltire l’olio esausto delle fritture e quello dei prodotti sottolio? Spero che la risposta non sia nei tubi del lavandino, ho scoperto che in Italia il 50% degli oli esausti delle utenze domestiche finisce nel lavandino creando ingenti danni all’ambiente: 1 kg di olio vegetale è sufficiente a coprire circa 1.000 metri quadrati di qualsiasi specchio d’acqua. Quando rimaniamo scioccati delle immagini dell’inquinamento dei nostri mari, chiediamoci se anche noi stiamo contribuendo al deterioramento di questo pianeta. Aprire una scatoletta di tonno sottolio è semplicissimo e ci vuole un secondo, che ne dici di versarlo però nel bidoncino Olly®?

Per prima cosa se sei in regola con i pagamenti della Tari puoi recarti in uno dei centri di raccolta Gesenu https://www.gesenu.it/pagine/centri-di-raccolta e richiedere la tessera AMICARD, che servirà per ritirare il bidoncino giallo utilizzabile per la raccolta in una delle casine Olly® a Perugia:

  • centro commerciale Emisfero in via Fiesole;
  • supermercato Hurrà in via Bramante;
  • supermercato Emi in via Palermo;
  • supermercato Emi in via Torelli;
  • supermercato Emi in strada Tiberina Nord.

Il bidoncino è da 3 litri, una volta riempito è semplicissimo smaltirlo: ti rechi al punto di raccolta con la tessera AMICARD, lasci il bidoncino Olly® pieno e prendi in cambio uno vuoto pulito (questi contenitori vengono lavati e riutilizzati e non diventano un rifiuto). Il servizio è completamente gratuito.

La cosa che ho scoperto in questi anni di utilizzo di Olly® è che l’olio raccolto viene trasformato in energia verde: se viene smaltito nella maniera corretta può essere trasformato in biocarburante, può essere utilizzato per la cogenerazione con lo sfruttamento dell’energia termica prodotta dal sistema oppure per la produzione di bioasfalto.

Cercare di cambiare è semplice e non costa nulla, proviamo ad aiutare l’ambiente?

La mia frittura era buonissima e con Olly® non ho avuto pesi sulla coscienza, un pò meno sulla linea.

Raccontami tra i commenti come ti sei trovato, se non abiti in Umbria il progetto Olly® per ora è presente in Trentino Alto Adige, Toscana, Lazio, Campania e Liguria: possiamo fare la differenza, camminiamo insieme!

Un abbraccio

Verifica se il servizio è attivo nel tuo Comune

https://www.gesenu.it/articolo/oilio-vegetale-dove-lo-butti

https://www.gesenu.it/articolo/inaugurazione-casetta-olly

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.